Arrivederci

Arrivederci. Sì, arrivederci. Perché credo che la storia scritta in questi quasi sei anni sia proprio e davvero una bella storia e che, si sa, le belle storie ti lasciano sempre qualcosa dentro. E così, arrivederci. Perché so che questa storia vi lascerà qualcosa. Ne sono certa.
Genghi’s, questa fantastica creatura a cui, insieme alle persone che più amo, ho dato ufficialmente vita l’8 ottobre del 2016, chiude.
Vorrei dirvi che c’è un motivo preciso. Forse sarebbe più facile. Ma la verità è che di motivazioni che ci hanno portato fino a qui, a questo post, ce ne sono tante. Forse posso provare a racchiuderle tutte in una parola: insostenibilità.
Da parecchi mesi l’azienda non è più sostenibile. Tutto è diventato insostenibile. I due anni di pandemia, la perdita di tanti clienti, l’aumento dei prezzi subiti ed effettuati, l’incapacità di reggere in un mercato dominato da competitors con solide storie decennali alle spalle, capaci di proporre prezzi di vendita bassi in maniera assurda, impensabili per me, per noi, per il mio prodotto.
Ci abbiamo provato in tutti i modi possibili, lanciandoci ogni volta in nuove bellissime avventure. Siamo arrivati anche lontano, raggiungendo risultati impensabili per un’azienda giovanissima senza alcuna tradizione di famiglia alle spalle, nata praticamente dal nulla, solo dalla mente (forse troppo) sognatrice di una giovane donna di provincia che non ha mai smesso di credere nelle potenzialità di un territorio da sempre bistrattato, violentato, mai davvero valorizzato.
Sono stati anni veramente duri, pieni di sacrifici, di ostacoli, di battaglie quotidiane da combattere. Ma c’è stata anche tanta bellezza. Tante altre storie incrociate, tanti amici conosciuti, tanti viaggi, tanti progetti, tanto amore. È stato davvero bello, nonostante tutto.
Chiudiamo ora perché vogliamo che restino questi ricordi, che resti questa bellezza, che non vadano sprecati l’impegno, la passione, la cura, tutto quello che abbiamo messo dentro ogni singolo abbraccio dorato sfornato.
Chiudiamo ora perché c’è il tempo per ogni cosa e questo è il tempo di fermarsi, di prendersi cura di altri progetti, altre vite, altri sogni.
Un grazie sincero a tutti i fornitori diventati nel tempo amici. Un grazie sincero a tutti i clienti, a chi c’è stato dal primo giorno, a chi ci ha conosciuto troppo tardi, a chi si è perso lungo la strada.
Infine, permettetemi di chiudere questo post ringraziando le mie due famiglie per tutto quello che hanno fatto e che continuano a fare per me. Non sarò mai in grado di ripagarvi di tutto l’amore e il sostegno che mi avete dato in questi anni. Spero almeno di avervi reso un po’ orgogliosi.
Grazie Giuseppe, amore mio unico grandissimo, sei la persona migliore che conosca, grazie per aver creduto sempre in me, nonostante tutto e tutti. Grazie mamma e Franca, per non avermi lasciata mai da sola, non lo dimenticherò mai. Grazie Sara, per tutti gli stimoli, gli incoraggiamenti, le foto stupende, sei la mia piccola grande roccia.
Arrivederci, e come sempre, abbracci dorati a tutti. 💛
Roberta
Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.

Rispondi