“Scrivere per non sentirsi soli”. Andrà tutto bene!

2019 bari puglia taralli

Cari amiche/amici, come state innanzitutto? Spero, con tutto il cuore, bene. Oggi qui per me, per Genghi’s, è ufficialmente il primo giorno “vero” a casa. Non che nei giorni scorsi sia stata in giro a fare cose, eh! Avevo in realtà iniziato il mio “isolamento” un mese fa perché semi-reclusa in laboratorio per la mole importante di lavoro. Oggi invece abbiamo chiuso la produzione, fatto l’ultima consegna, e chiuso quindi il laboratorio. Da ultimo decreto governativo, in realtà, avremmo potuto essere ancora aperti, ma abbiamo preferito fermarci come moltissime altre realtà produttive del nostro paese. Crediamo che questa sia la decisione migliore, almeno per il momento. Valuteremo nei prossimi giorni se tornare in produzione, in base alle richieste, ma comunque in maniera molto ridotta e molto limitata.

È ancora possibile, e lo sarà sempre, ordinare qui e fare acquisti sul nostro sito, ma gli ordini non verranno evasi subito. Siamo comunque sempre a disposizione per qualsiasi richiesta! Soliti canali: messaggio qui, facebook, instagram, cellulare, email!

Ho riflettuto a lungo nei giorni scorsi su quale sia la linea di comunicazione più appropriata da tenere per una piccola azienda come questa in un periodo particolare come quello che stiamo vivendo appunto. Che fare? Continuare a pubblicare foto e storie dei nostri prodotti, di quello che facciamo tutti i giorni, della produzione quotidiana? Far finta di niente? Mandare sempre e solo messaggi positivi? Oppure condividere le ansie, le preoccupazioni, la paura (legittima) di tutti? Ci ho pensato e l’ho fatto “spegnendo” un pochettino i social. L’ho fatto nei giorni scorsi. Oggi, primo giorno di stop, ho pensato che il silenzio non sia la strada giusta, il silenzio è comunicazione. Restando in silenzio, stiamo comunicando in realtà molto. No, non voglio restare in silenzio, anche perché le parole mi hanno sempre salvata, in tantissime occasioni mi hanno tenuto a galla. Allora, ancora una volta, “scrivi per non avere paura, scrivere per non sentirti sola”, mi sono detta.

E allora continuerò a pubblicare e curare la comunicazione di questa azienda, magari provando a offrirvi dei contenuti inediti, per esempio qualche storia e aneddoto di Nonna Isabella. Eh Nonna Isabella, purtroppo la sto vedendo pochissimo e da lontano. Abbracciarla sarà la prima cosa che farò appena sarà finito tutto. Intanto mi rivedo, ci rivediamo, la foto fatta per la campagna “vale20” per il mese di febbraio…sembra una vita fa!

E a proposito di contenuti…domani super ricetta in arrivo con super abbinamento dell’amico sommelier Gianpaolo Priore.

Se siete arrivati fino a qui con la lettura… siete i miei eroi! A presto.

Ah! Andrà tutto bene!

Tanti abbracci dorati!

Roberta

Rispondi