Il riassunto della settimana!

Un’altra settimana è andata. Abbiamo salutato anche gennaio e dato il benvenuto a febbraio!

Giorni e settimane di pensieri, progetti, appunti di viaggio.

Due nuove “rubriche” inaugurate qui e sui social con voi che siete la nostra “famiglia”: la ricetta del sabato in collaborazione con il wine-blogger di Viniferare Gianpaolo Priore (e presto con un nutrizionista) e le citazioni/letture del cuore.

E a proposito di letture e citazioni, vi riportiamo le prime tre che abbiamo scelto per inaugurare questo nuovo contenuto che, vi ricordiamo, trovate più o meno ogni giorno (!) nelle stories di Instagram.

Sono citazioni e pensieri che in qualche modo ci guidano ogni giorno nel fare e pensare l’impresa. Sono frasi motivazionali che ci fanno fare tutto quello che facciamo ogni giorno. Sono parole che danno un senso in più alle fatiche e ai sacrifici di chi sceglie la strada dell’artigianato.

“Quando il mondo classico sarà esaurito, quando saranno morti tutti i contadini e tutti gli artigiani, quando non ci saranno più le lucciole, le api, le farfalle, quando l’industria avrà reso inarrestabile il ciclo della produzione, allora la nostra storia sarà finita”, Pier Paolo Pasolini.

“La memoria è indispensabile e ti dirò di più: quando mi chiedono che cos’è la storia, che cos’è la memoria, io racconto sempre che mio nonno quando camminava si guardava continuamente indietro. Una volta gli chiesi: Nonno perché vi voltate sempre indietro?. Lui rispose: Bisogna, perché è da lì che viene il modo per andare avanti.”, Tonino Guerra.

“La sfida urgente di proteggere la nostra casa comune comprende la preoccupazione di unire tutta la famiglia umana nella ricerca di uno sviluppo sostenibile e integrale, poiché sappiamo che le cose possono cambiare. […] L’umanità ha ancora la capacità di collaborare per costruire la nostra casa comune”, Papa Francesco.

Buona domenica da Genghi’s!

Rispondi